Viaggi

Monemvasia, una perla greca

Oggi su È la vita, bellezza! ospitiamo Anna, una simpaticissima travel, autrice del blog https://poshbackpackers.altervista.org/ . Abbiamo conosciuto Anna su Instagram e come noi è un’amante della terra greca. In questo articolo ci racconterà quel piccolo gioiello di Monemvasia.

Monemvasia

Monemvasia
Scorcio di Monemvasia (foto di @posh_backpackers)

Monemvasia (o Malvasia) è una perla del Peloponneso, uno di quei posti che ti restano nel cuore quando li visiti. Nel mio ci è rimasto sicuramente: un luogo così affascinante si scopre raramente nella propria vita.

La Rocca di Monemvasia

La Rocca di Monemvasia è collegata alla terraferma con una sottile striscia di terra di circa 400 metri che può essere percorsa a piedi o con un servizio navetta.

Rocca di Monemvasia
Vista sulla rocca (foto di @posh_backpackers)

Dalla terraferma il paese non è visibile e solo raggirando la rocca ci si ritrova in questo splendido borgo. 

Il nome Monemvasia in greco significa unico accesso. Si narra infatti che un tempo questo paese avesse un unica porta di accesso. Il nome Malvasia invece fu assegnato dai veneziani a questo paese in omaggio al vino che vi si produceva.

La parte bassa del paese è un dedalo di viuzze nel quale perdersi tra carinissimi negozi, posticini per sorseggiare un drink e gatti, tantissimi gatti.

La fortezza

Se amate i trekking, potete raggiungere la fortezza che sovrasta il paese. La salita è abbastanza impegnativa e può essere fatta attraverso i gradini che partono dal centro del paese oppure attraverso un percorso di trekking che parte dall’esterno del paese, ma che non è molto ben segnalato.

Vista dalla fortezza @posh_backpackers

La vista dall’alto è meravigliosa e il mare sembra una piscina da quanto è limpido e cristallino. Durante la nostra gita, complice un caldo settembrino, sembrava richiamarci come il canto di una sirena, invitandoci a fare un bel tuffo (che appena scesi a valle abbiamo subito fatto).

Dove alloggiare

Noi abbiamo alloggiato sulla terraferma all’hotel Pramataris, che offre camere semplici e una ricca colazione. Sotto l’hotel si trova una piccola spiaggia di ciottoli – adatta anche ai bambini – molto pulita da cui si gode una splendida vista sulla Rocca.

Monemvasia @posh_backpackers

Non vi nego che se dovessi tornare a Monemvasia (e magari un giorno lo farò…solo a scrivere questo articolo mi è venuta una gran voglia di Grecia) mi piacerebbe alloggiare direttamente sulla rocca. I prezzi sono un pochino più alti e se l’idea attirasse anche voi dovete però mettere in conto un po’ di fatica, perché per raggiungere l’alloggio si deve sicuramente fare un po’ di gradini, quindi forse poco adatto a chi ha molte valige oppure viaggia con i bambini.

N.B. Questo articolo fa parte dell’iniziativa #aiutiamociadaiutarci lanciata su Instagram dai ragazzi di Insolitotramtravel. Lo scopo è lo scambio e la condivisione di articoli da parte di un gruppo di travel blogger. Un modo per farsi conoscere meglio sul web e chiaramente anche conoscere nuovi blogger e perché no nuovi amici.

2 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Content is protected !!